DIGITOPRESSIONE

digitopressione

Puoi ascoltare l'audio!

 

Secondo Wikipedia: La digitopressione è un'antica tecnica di massaggio che si esegue tramite la pressione delle dita sui punti del corpo corrispondenti a ciascun organo (come avviene nell'agopuntura, di cui è considerata un "ramo minore").

Questa tecnica è stata sviluppata nel XX secolo da massaggiatori orientali, ed è oggi molto diffusa nelle famiglie giapponesi.

Questa tecnica, secondo i suoi sostenitori, porterebbe benefici sullo stato di benessere generale, e favorirebbe e stimolerebbe le difese dell'organismo. La digitopressione sarebbe secondo loro efficace anche per combattere l'affaticamento e l'intorpidimento conseguenti a lunghi viaggi. Sarebbe invece sconsigliata alle persone sofferenti di malattie infettive, dermatologiche o con sintomi febbrili, e durante la gravidanza. (fine Wikipedia)

E' una tecnica che esiste da 3.000 anni, viene chiamata anche agopuntura senza ago, lavora sui 14 meridiani principali dell'agopuntura. I meridiani sono importantissimi canali energetici distribuiti in tutto il corpo che si collegano in modo riflesso agli organi interni, per esempio uno dei vari punti dei meridiani: milza/pancreas si trova circa 4 dita sotto l'ascella. Questo trattamento crea una sinergia molto forte tra l'operatore e il ricevente, perchè viene utilizzata la sincronia del respiro e dell'ascolto, di fatto in funzione di quanta resistenza o debolezza offre il punto sollecitato, quanto più l'operatore sarà esperto tanto più sarà in grado di localizzare il sovraccarico e contribuire al suo dissolvimento.Si utilizza praticamente su tutto, con ottimi risultati su problematiche quali: mal di testa, stitichezza, lombosciatalgia, bronchite, asma e molto altro.

Interagendo su tutti i punti riflessi del corpo, si stimolerà un benessere che va oltre lo stato di disequilibrio fisico, molto utile anche per disequilibri emotivi, può anche essere visto come un trattamento molto rilassante perchè si usano anche i palmi delle mani e delicati stiramenti. E' una disciplina ove si utilizzano solo le mani.